Veronica Franco: poetessa, donna libera, cortigiana onesta a cura di Giovanni Mantovani

Novara - Archivio di Stato - Corso Cavallotti - FAI - Delegazione novarese

23 ottobre 2015 ore 17.15 - Categoria 1 (es. promozione della cultura)

In queste definizioni c'è tutta Veronica Franco, la più celebre cortigiana della Venezia del XVI secolo. Amante di ecclesiastici e nobili, tra cui lo stesso Re di Francia Enrico III, fu ammirata per la sua bellezza e cultura poetica, acquisita frequentando di nascosto le biblioteche dei suoi illustri amanti. Di molti amante, non appartenne veramente a nessuno, e ciò le attirò l'ostilità di una società sostanzialmente ipocrita. Fu denunciata alla Santa Inquisizione per stregoneria e si salvò dal rogo rivendicando la sua libertà, perché "la libertà vale più di ogni peccato".